CYBER SICUREZZA E MACHINE LEARNING

Gli ultimi sviluppi nella ricerca e le opportunita’ per le startup
6 Set 2018

CYBER SICUREZZA E MACHINE LEARNING

/

INTRODUZIONE

E’ di questi giorni la notizia di un nuovo massivo attacco hacker che ha colpito moltissimi stati, si tratta di un di un ransomware ovvero un cryptoworm che prende in ostaggio i files del computer infettato chiedendo un riscatto in denaro per decrittarli e renderli nuovamente visibili. Il modo migliore per difendersi da queste minacce è la disciplina: aggiornare sempre i sistemi operativi e assicurarsi di avere un buon antivirus sono due regole essenziali che andrebbero sempre perseguite. Purtroppo queste minacce si diffondono principalmente laddove è la negligenza a farla da padrona, sistemi obsoleti e non aggiornati sono una evidente calamita per questa tipologia di attacchi.
Esiste tuttavia un metodo per poter prevedere e quindi prevenire questo genere di minacce? Scopo di questo articolo è illustrare come la ricerca nel campo del machine learning si sta muovendo e quali sono le opportunità per le startUp in questo settore cruciale, la cyber sicurezza informatica.

IL RUOLO DEL MACHINE LEARNING NELLA SICUREZZA INFORMATICA


Nel passato il ruolo del machine learnign in ambito di sicurezza non ha avuto un forte impatto, agli albori di questa disciplina c’erano molti falsi positivi e questi hanno attirato non poche critiche. Se il machine learning mostrava molto smalto nel trovare similitudini con l’apprendimento automatico, la stessa cosa non si poteva certo dire per l’analisi e l’individuazione delle anomalie e delle falle informatiche alla sicurezza. Il miglioramento degli algoritmi affiancato alla grandissima quantità di dati disponibili in questi ultimissimi anni ha permesso di intraprendere una strada molto interessante in questa disciplina.
Il vantaggio fondamentale di una macchina addestrata all’apprendimento automatico è il suo funzionamento costante nell’arco delle 24 ore e la grandissima mole di dati che può gestire, l’uomo è chiamato solo a raffinarne e monitorane il corretto funzionamento, filtrando se necessario le minacce reali da quelle sospette. In conclusione possiamo affermare che le macchine automatiche non andranno a sostituire sicuramente firewall ben configurati, antivirus oppure l’apporto di esperti di sicurezza umani altamente professionali e specializzati ma semplicemente saranno uno strumento aggiuntivo per migliorare drasticamente tutti questi servizi e per creare un sistema di difesa e controllo su più livelli.

GLI ULTIMI SVILUPPI NELLA RICERCA E LE OPPORTUNITA’ PER LE STARTUP

Le grandi aziende non sono indifferenti al ruolo del machine learning nella sicurezza e stanno investendo importanti capitali e molte sono le acquisizioni si startUp che operano in questo settore. Anche la ricerca più istituzionale si sta muovendo a grandi falcate, basti pensare allo sforzo congiunto del MIT e del laboratorio CSAIL (laboratorio per l’intelligenza artificiale) il risultato di questa sinergia è un sistema chiamato A12 che ha un tasso di rilevamento di reali minacce pari all’85% dei casi, ovvero cinque volte meglio rispetto al passato. Maggiori approfondimenti a questo link: https://motherboard.vice.com/it/article/l-intelligenza-artificiale-che-prevede-l85-dei-cyber-attacchi
Alcune startUp stanno iniziando a sperimentare anche algoritmi in deep learning per la sicurezza. L’apprendimento profondo (Deep learning) è una forma di intelligenza artificiale che si differisce dal machine learning perché cerca di simulare i neuroni del cervello umano nell’analisi della realtà trattando i dati in modo qualitativo e non quantitativo.
Le opportunità per le startUp sono molto interessanti, la sicurezza è un settore che difficilmente sentirà qualche crisi e gli investitori sono sempre ben predisposti ad investire fondi importanti a fronte di progetti seri e strutturati.

Condividi